​Quanto è importante lo sport per i bambini?

L'attività sportiva fa bene a tutte le età. Cominciando sin da bambini

“Avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena, e altre diciassette volte a meno di dieci secondi alla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di 9.000 tiri. Ho perso quasi 300 partite. Per 36 volte i miei compagni si sono affidati a me per il tiro decisivo... e l’ho sbagliato. Ho fallito tante e tante e tante volte nella mia vita. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto”.

MICHAEL JORDAN

Quanto è importante lo sport per i bambini?

“Esercitare uno sport in età pediatrica presenta tanti vantaggi e aspetti positivi: garantisce un idoneo sviluppo di scheletro e muscoli, regola il metabolismo e aiuta i bambini a socializzare, giocando e divertendosi assieme” afferma Armando Calzolari, Responsabile Unità operativa complessa di Medicina Cardiorespiratoria e dello Sport - Dipartimento di Medicina Pediatrica - dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma

Una vita troppo sedentaria

“Fin da quando sono piccoli, infatti - continua il medico - i nostri bimbi conducono una vita sedentaria, trascorrono tante ore a letto, poi vanno all’asilo o a scuola - spesse volte in macchina o con i mezzi pubblici - dove restano per sette-otto ore. Tornati a casa, un po' di TV e poi si cena. Insomma, per tutta la giornata praticamente non si muovono mai”.

I rischi della sedentarietà sono innanzitutto il soprappeso, se poi alla sedentarietà si associa anche un’alimentazione non corretta, i rischi aumentano.

Un vantaggio che ci si porta avanti con gli anni

Un bambino che pratica sport, come primo vantaggio avrà, una volta cresciuto, una muscolatura migliore perché ha ‘sperimentato’ e formato il proprio corpo in un’età in cui si sviluppano le cosiddette capacità coordinative, come l’equilibrio e l’orientamento, e le capacità condizionali, ossia la forza, la resistenza e la velocità. Se anche interromperà per alcuni anni la pratica sportiva, da adulto avrà già le basi giuste per ripartire alla grande.

Controindicazioni? Praticamente mai Lo sport non è mai controindicato e chiunque può beneficiare dell’attività sportiva, anche se soffre di patologie particolari.L’importante è chiedere sempre consiglio al pediatra, ed eventualmente allo specialista, che saprà indicare l’attività più adatta caso per caso. Insomma, mai vietare lo sport, ma affidarsi a persone competenti.

L'allenatore, una figura importante

La figura dell’istruttore è un punto di riferimento importante per il bambino. Che non è solo un insegnante, ma una persona che  che sa entrare in empatia con lui, ascoltandolo e facendosi ascoltare, dando regole di gioco, utili anche nella vita.