Mare con i bambini: come organizzare tutto senza stress

Al mare non si rinuncia, soprattutto con i bambini. Ma è bene organizzare tutto per tempo per evitare stress e rendere la vacanza piacevole per tutti. Ecco alcuni consigli per mamma e papà.

Quando si hanno dei bambini, il mare è la scelta più gettonata, soprattutto per le famiglie con bambini piccoli di età compresa tra i 3 e i 9 anni, che hanno bisogno di ampi spazi, di giochi e divertimento. Diventa quindi fondamentale organizzare con cura e in tempo la vacanza affinché quei giorni così agognati durante i lunghi mesi invernali non diventino un incubo per tutti, piccini compresi.

Scegliere la meta

La scelta della destinazione non è affatto cosa semplice. Saremmo tentati da adulti di scegliere altre mete, bellissimi litorali, magari circondate da scogli, acque limpide ma profonde, piccoli b&b. Con i bambini tutto questo va assolutamente ridimensionato. La destinazione deve poter soddisfare soprattutto le loro esigenze, rispettare i loro bisogni e anche i loro tempi, quelli dedicati al gioco, al cibo, al sonno. Per questo è bene selezionare mete marittime pensate per le famiglie, come ad esempio la riviera Romagnola, da sempre considerata l’emblema del family travel.

Le spiagge devono essere attrezzate, provviste di servizi igienici, docce, bar, sedie e ombrelloni, possibilmente aree gioco anche al chiuso per le ore più calde, un aiuto nella scelta può venire dalle Bandiere Verdi che, ogni anno, i pediatri italiani assegnano alle località balneari più “ a misura di bambino”:

Sabbia meglio di sassi e rocce, un po' di spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua che non diventi subito alta in modo che ci si possa immergere in sicurezza (…) Utile la presenza anche di un bar che possa rispondere alle varie esigenze dei bambini, per esempio per lo spuntino di metà mattinata, la merenda, oppure anche per scaldare latte o altri pasti per i più piccini.”

Potete trovare un elenco delle località balneari Bandiera Verdi qui

Scegliere tra hotel o appartamento

La scelta della destinazione è solo il primo passo, il secondo è dove alloggiare. Se si sceglie di affittare un appartamento, si sceglie l’indipendenza e l’autonomia, ma di certo non la tranquillità, significa portare con sé più cose, non tutti gli appartamenti sono dotati di biancheria o prodotti per l’igiene, significa dover provvedere a tutto, andare al supermercato per la colazione e gli eventuali altri pasti, significa anche dover pulire, rifare i letti. Davvero mamme, volete questo?

Un hotel, al contrario, ci limita un po’ nella privacy, ma ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno, soprattutto consente di avere sempre uno staff di professionisti che si prenderà cura di noi e dei nostri figli. Molte famiglie per questo scelgono i villaggi con attività dedicate ai piccoli, come teatro, sport, nuoto, mini club e animazione. I bambini si divertono e i grandi possono rilassarsi un po’.

Cosa mettere in valigia

Chissà quante volte vi siete dette “quest’anno farò la valigia intelligente” e poi vi siete ritrovate a portare con voi un intero armadio? Lo sappiamo, è un problema, per questo abbiamo pensato di prendere a prestito il bell’articolo di Pianeta Mamma che stila un vero e proprio elenco delle cose da portare. Pronte?

  • Abbigliamento intimo (calze, magliettine, body, mutandine)
  • Pigiamini leggeri
  • Pantaloni leggeri e pantaloncini, in lino o cotone (compresi jeans)
  • Qualche cambio più elegante per giorni di festa e occasioni speciali
  • Un maglioncino
  • Un k-way o giubbottino leggero
  • Costumi a volontà e copricostumi o simili
  • Braccioli, ciambelle, giochi gonfiabili vari
  • Cappellini
  • Scarpe da ginnastica, scarponcini per escursioni, sandali estivi e da mare
  • Cuffia per la piscina
  • Telo da mare o accappatoio
  • Secchiello, palette, formine, annaffiatoi, il tutto in una borsa o sacca in plastica
  • Creme solari e dopo sole
  • I medicinali più comuni per febbre, influenza, otite, congiuntiviti, flaconcini di fermenti lattici, pomate per ustioni o contro le punture di insetti
  • I giocattoli preferiti per i momenti di noia, dal viaggio alle serate in casa o in albergo.
  • Un cambio con salviettine umidificate da portare sempre dietro
  • Borsa termica per portare spuntini e bibite in spiaggia

In un bellissimo libro della psicologa e psicoterapeuta Francesca Cenci dal titolo “Due cuori e una famiglia”, edito da Tecniche Nuove, si invitano i genitori (le mamme soprattutto) a ridimensionare le aspettative e ad accettare l’imprevisto che, soprattutto con i piccoli, è sempre dietro l’angolo, senza addossarsi colpe inutili.

Le vacanze con i bambini sono qualcosa di unico e speciale.Non dobbiamo permettere a niente e a nessuno di rovinarle. Il tempo scorre veloce e quando i figli saranno grandi, ogni momento trascorso insieme sarà un ricordo indelebile, nella mente e nel cuore. E se si dimentica a casa qualcosa, poco male: basta ricomprarlo.