Le 6 favole che durano per sempre

Le favole ci trasportano in un mondo lontano e intimo che una volta scoperto, non ci lascerà mai

"Credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire a educare la mente. La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi.”

Gianni Rodari

C'era una volta...bastano poche parole ed ecco che immediatamente veniamo catapultati in un mondo lontano, intimo e familiare, è un richiamo a cui è difficile resistere.

La pedagogista Antonella Bastone attraverso la sua nuova pubblicazione "Le fiabe nella formazione professionale" da anni lavora per raccontare la funzione educativa della fiaba per i bambini, ma non solo: alcune fiabe sono talmente universali che non sono solo un “mezzo” per far addormentare i bambini, ma consegnano a tutti, grandi e piccini un’antica sapienza capace di risvegliare la coscienza, di superare le sfide quotidiane, di cambiare il proprio comportamento nei confronti della vita.

Vediamo le 6 favole che la pedagogista prende ad esempio:


Alice nel Paese delle meraviglie

Il Paese delle meraviglie di Alice è una allegoria che getta una luce sulla società moderna: il mondo in cui viviamo è spesso illogico, che disorienta, che mina le nostre certezze. Spesso ci possiamo sentire spesati con Alice nel suo mondo fantastico.


Peter Pan

Quanti Peter Pan ci sono in giro per il mondo? Il passaggio dall'adolescenza all'età adulta è un "momento" che si è allungato sempre di più. In generale forse possaimo parlare di una paura di crescere, di non essere all'altezza delle aspettative che hanno i genitori nei nostri confronti.


Frozen e il regno di ghiaccio

Frozen e il regno di ghiaccio è una favola attuale: racconta l’esigenza di riflettere sui nuovi ruoli di genere, a uomini e donne capaci di comportamenti sociali diversi. Il personaggio di Elsa presenta un modello femminile nuovo, moderno, tanto è vero che lei la principessa non aspetta alcun Principe Azzurro, ma governa da sola il suo regno.


Il Mago di Oz

Il cervello flessibile dello Spaventapasseri, la competenza emotiva del Boscaiolo di Latta e il coraggio del Leone...tutte qualità che richiamano in qualche mondo le varie competenze che vengono richieste oggi a livello professionale sul mondo del lavoro.


Pollicino

La pedagogista associa questa favola alla nascita del primo figlio: alla paura che le giovani mamme e i giovani papà hanno di fronte al bimbo, che possa essere diverso dalle proprie aspettative e ai propri desideri.


Le avventure di Sindibàd il marinaio

Il viaggio come metafora di vita: navigare, allontanarsi dai porti sicuri e dalla propria "comfort zone", visitare nuove terre, esplorare ed essere curiosi di ciò che non si conosce, da ciò che è diverso da noi. Una nuova relazione che si instaura con se stessi e con gli altri.