Cosa devono mangiare i bambini in estate?

Quando arriva il caldo, anche nei bambini l'appetito diminuisce. Ecco i consigli degli esperti sugli alimenti da portare a tavola in estate.

Si sa, il caldo e l’afa riducono l’appetito sia dei grandi che dei più piccoli. 

Mangiare di meno in estate è del tutto naturale, tuttavia, è bene non saltare i pasti e nutrirsi in maniera equilibrata, mangiando frutta e verdura di stagione e bevendo molto per reintegrare i liquidi persi. Evitate bevande molto zuccherate e gassate. 

Secondo la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) bisognerebbe abituarsi a consumare 4/5 pasti al giorno, spuntini compresi, un vero toccasana per tenere attivo il metabolismo e non arrivare affamati ai pranzi principali.

Partiamo dalla colazione, il primo pasto della giornata, deve dare ai nostri bimbi tutta l’energia di cui hanno bisogno, quindi vanno bene latte o yogurt, cereali, biscotti, spremute, marmellate e anche, perché no, pane e Nutella. Secondo l’autrice di Mamma, che buono! (manuale sull'alimentazione, edito da Vallardi), Rosita Ghidini Bosco, la colazione deve essere abbondante “con qualsiasi cosa che a loro piaccia, purché la facciano. Tutto è concesso la mattina (vale anche per gli adulti)

A metà mattinata è consigliato far fare una piccola merenda,possibilmente con della frutta di stagione perché assumano più vitamine possibili. Questo spuntino dovrebbe fornire ai piccoli il 20% delle calorie totali.

Per il pranzo prediligete riso (non è estate senza l’insalata di riso), pasta e verdure fresche (anche se sappiamo che non tutti i bambini le amano). La parola d’ordine deve essere freschezza! A tal proposito dice sempre la Bosco: “facciamo in modo che carote grattugiate e lattuga - verdure dolci che di solito piacciono anche ai più piccoli- non manchino mai in tavola. E diamo il buon esempio mangiando tanta verdura anche noi adulti

Dopo il riposino pomeridiano,una seconda merenda è d’obbligo, potete preparare una macedonia o concedere ai vostri piccoli un gelato gustoso, anche quello industriale, igienicamente più sicuro, va bene.

Durante la cena meglio mangiare proteine per non appesantirsi e dormire serenamente, quindi scegliete carni bianche come pollo o tacchino e, ovviamente, pesce fresco. Come per il pranzo, anche la sera è salutare portare a tavola verdure, crude o cotte al vapore in modo da non perdere le proprietà nutritive, e della frutta.

Ciò che è importante è evitare una cucina grassa e metodi di cottura particolarmente complessi. Secondo il presidente della SIPPS, Giuseppe Di Mauro, “la scelta deve riguardare alimenti che contengono soprattutto zuccheri a basso indice glicemico (fonti di energia), proteine (per la costruzione dell’organismo), vitamine e fibre alimentari (che forniscono maggiore “senso di sazietà”), senza esagerare con i grassi, in particolare con i grassi saturi” .

Ma non dimenticate anche che l’estate è il periodo della spensieratezza, in cui viviamo tempi differenti da quelli della quotidianità, possiamo dunque concedersi e concedere qualche strappo – goloso - alla regola, l’importante è stare bene e vivere le giornate con serenità.