Consigli pratici contro il caldo

Per evitare insolazioni e scottature, ecco alcuni consigli per proteggere i vostri bimbi dal caldo estivo

L'estate è la stagione preferita da tutti i bambini perché possono finalmente giocare all'aperto, divertendosi e scatenandosi. Occorre avere però qualche accorgimento per evitare che sole e caldo si tramutino in scottature e insolazioni.

Ecco 10 consigli pratici che possono aiutare a combattere il caldo:

1) Usare per i bimbi e i neonati abiti e tessuti leggeri, come cotone e lino, preferendo, come è noto, tonalità di colore chiaro perché attirano meno il calore e i raggi solari.

2) Fare indossare loro il cappellino durante le ore più calde, se si è al mare, bagnare frequentemente i capelli. La testa, infatti, più di altre parti del corpo necessita di essere protetta dalle insolazioni.

3) Attenzione all'orologio: via libera al divertimento nelle ore più fresche, quindi al mattino, al tramonto e alla sera. Un consiglio è quello quindi di evitare le uscite nella fascia oraria rossa (dalle 12 alle 18).

4) È bene utilizzare una crema solare ad alta protezione contro i raggi UV (non inferiore a 30)­ e resistente all’acqua, in base all'età dei bambini. La cute del bambino è più delicata di quella di un adulto perché è più sottile e produce meno melanina, per questo motivo è necessario prevenire le scottature e gli eritemi.

5) Se la pelle si irrita a causa della sudorazione, si può alleviare il rossore con un bagnetto e amido di riso, che rinfresca e allevia il pizzicore.

6) Far bere molto acqua.

7) Sì a frutta e verdura fresca, al posto di snack o merendine per non appesantirli con cibi grassi più difficili da digerire.

8) Arieggiare l’ambiente circostante, specie la casa, con l'uso dei ventilatori, facendo attenzione agli sbalzi termici. Altra accortezza è mantenere i condizionatori a una temperatura ideale che è circa di 26 °, per questo motivo attenzione a luoghi come supermercati e mezzi pubblici.

9) Rinfrescare il bambino con acqua fresca o un panno umido. La temperatura del bambino tende ad alzarsi più velocemente e facilmente di quella dell’adulto.

10) Idratare la pelle del piccolo dopo il bagno, con preferenza di creme e oli naturali, per rendere elastica la cute e riequilibrarne il Ph naturale.

E adesso non resta che divertirsi!