Bonus asilo nido 2018. Come funziona?

C’è tempo fino al 31 dicembre 2018 per presentare domanda e richiedere il bonus asilo, valido sia per le strutture pubbliche sia per quelle private. Una circolare dell’Inps chiarirà tutte le modalità per fare domanda.

Tra le agevolazioni a sostegno della famiglia confermate dalla Legge di bilancio 2017, vogliamo segnalarvi il bonus asilo nido 2018 che prevede l’erogazione di un voucher del valore di 1000 euro all’anno per un massimo di tre anni di iscrizione, rivolto ai bambini da 0 a 3 anni, l’obiettivo è quello di alleggerire le spese per le rette. Questo incentivo, è bene sottolinearlo, riguarda sia le scuole pubbliche che le strutture private autorizzate. La normativa prevede anche assistenza domiciliare nel caso di bambini affetti da gravi malattie e, quindi, impossibilitati a frequentare la scuola. 

Per fare chiarezza, ecco a chi è rivolto il bonus 2018: 

• bambini nati/affidati/adottati dal 1° gennaio 2016 in poi, iscritti ad un asilo nido pubblico o privato autorizzato; 

• bambini con meno di tre anni malati cronici con necessità di cure presso la propria abitazione 


Requisiti minimi per accedere al bonus 

Il bonus asilo nido, a differenza da quello baby sitter rivolta alle mamme che devono riprendere il proprio lavoro subito dopo il parto, non è soggetto al reddito Isee, ma ad alcuni requisiti fondamentali: 

• Il bambino deve essere nato a partire dal 1° gennaio 2016; 

• deve essere iscritto all'asilo nido per tutto l’anno, in caso di partecipazione parziale, alla famiglia spetta solo una parte dell’assegno annuale; 

• la famiglia deve poter sostenere la retta dell'asilo;

• Il bambino deve avere la stessa residenza di uno dei genitori che ne fanno richiesta; 

• La residenza deve essere in Italia; 

• Il genitore richiedente deve avere cittadinanza italiana, comunitaria o extracomunitaria, in quest'ultimo caso, è richiesto il permesso di soggiorno CE o la carta di soggiorno

Il bonus, inoltre, non è cumulabile con la detrazione fiscale per le spese di iscrizione all’asilo nido né può essere integrato con altri incentivi come i voucher asili nido o bonus baby sitter. 

Modalità per presentare domanda 

Il bonus asilo nido viene erogato direttamente dall’Inps previa presentazione della domanda da parte del genitore che intenda ricevere il contributo economico. Non appena l’Inps avrà verificato l’idoneità e la correttezza dei documenti presentati erogherà il bonus in un’unica soluzione di 1000 euro con una delle seguenti modalità, precedentemente indicate dalla famiglia: 

• bonifico domiciliato; 

• accredito su conto corrente bancario o postale; 

• libretto postale; 

• carta prepagata con IBAN 

Le famiglie interessate possono presentare la domanda fino al 31 dicembre 2018. L’Inps ha pubblicato una circolare con le specifiche per quest’anno. Sono visibili sul sito anche quelle relative al 2017, le cui domande sono scadute lo scorso 31 dicembre.  Le modalità di presentazione della domanda al momento rimangono le seguenti: 

- sul sito ufficiale dell’Inps

- via telefono da rete fissa allo 803 164 o da mobile allo 06 164 164 

- servizi telematici dedicati di enti di patronato e intermediari dell’Istituto.

Qualora il richiedente intenda fruire del beneficio per più figli sarà necessario presentare una domanda per ciascuno di essi. Tuttavia, bisogna attendere la pubblicazione ufficiale dell’Inps per conoscere i dettagli per la presentazione della domanda.